.
Annunci online

Bananarepublic
E' possibile e desiderabile vivere il Belpaese ?


Diario


2 novembre 2006

In edicola: MEGA numero 599. Pippo Frankenstein !!!

Image Hosted by ImageShack.us

Il numero di novembre di Mega è un numero speciale per due motivi:
il primo: siamo vicini al numero 600 che nel bene e nel male segna una tappa "storica"
il secondo: siamo ad Halloween, la festa delle streghe !

Ed ecco dunque che sin dalla copertina si intuisce il mood caratteristico di questo numero:
Amelia la strega che ammalia spicca fra tutti i personaggi, ed infatti a lei sono dedicate
alcune storie. Poi la storia per eccellenza di questo numero: Pippo Frankeinstein !

Vi posto l'elenco delle storie, ripreso dall'indice:

Zio Paperone - un decino per i tuoi pensieri 
Amelia e il fuoco alquanto fatuo 
Zio Paperone in... profumo di Strega
Pippo Frankestein
Topolino e il mostro di Halloween
Topolino in: scacco matto
Paperino - tanto di cappello!
Paperoga antennista incompreso

Passiamo a una breve analisi con il mio giudizio sulle singole storie:

Zio Paperone- un decino per i tuoi pensieri: storia in cui è presente Amelia.
Questa cerca di impossessarsi al solito della mitica numero 1, questa volta
con l'arma della seduzione, circuendo il povero Astarone. Buona storia,
di cui segnalo la presenza di Astarone, che per chi non lo sapesse è
il fratello di Zio Paperone !

Amelia e il fuoco alquanto fatuo: Amelia usa le sue arti magiche ingannando
tutto e tutti.... o quasi !! Storia nella norma.

Zio Paperone in... profumo di Strega: Amelia alle prese con un simpatico animaletto...
Anche questa non brilla di luce propria.

Pippo Frankenstein: la storia più bella in assoluto. La storia la si conosce alla
perfezione, meno il finale !! Si segnala la comicità e la paradossalità di certe
situazioni (vedi l'aiutante del dottor Frankenstein... ).
I disegni sono davvero curatissimi e pazzeschi nel rappresentare i complicati
e spesso esilaranti marchingegni del dottore !

Topolino e il mostro di Halloween: in tono minore, rispetto alla precedente, ma storia buona lo stesso.
Protagonisti Topolino e un mostruoso Pippo, nella notte di Helloween.

Topolino in scacco matto: storia del detective Topolino, impegnato in una
sfida con un suo nemico di sempre...

Paperino: tanto di cappello!: questa è esilarante. Si segnala ancora una volta
la presenza del simpaticissimo Astarone. Con lui le risate sono assicurate!

Paperogra antennista incompreso: credo che sia una storia riempimento, per
concludere l'albo e appesantirlo. Nulla da segnalare...




permalink | inviato da il 2/11/2006 alle 10:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


2 novembre 2006

Il ritorno del blogger: Fumetti in edicola !!!

Ciao a tutti. Dopo tanto tempo torno a scrivere sul blog.
Purtroppo in questo periodo di "vacanza" ho avuto diversi
problemi personali che hanno fatto perdere interesse per la gestione
del blog. Ma siccome tutti i problemi prima o poi trovano una soluzione,
ritorno a scrivere qualche birichinata !!!

Ho pensato, fra cappuccino e caffelatte, che potrei inserire nel
blog una specie di rubrica nella quale indico gli albi a fumetti, di cui sono
appassionato, che si possono trovare in edicola.

Ho notato infatti che tranne alcuni sparuti campioni. manca in rete
un servizio del genere. Certo, i mezzi a mia disposizione non
sono ultrapotenti (non ho mica un contatto con Marvel, Dc, Disney e compagnia),
ma credo di poter contribuire lo stesso in qualche modo. Almeno ci proverò !


Ho intenzione di scrivere anche le mie opinioni sugli albi che, portafoglio
sempre vuoto permettendo, acquisto in edicola.




permalink | inviato da il 2/11/2006 alle 8:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


27 luglio 2006

Recensione del lettore mp3 Spirit "Single"


Come è noto, la stagione 2005-2006 ha segnato il boom delle vendite dei lettori mp3, dopo che l'avvento del dio ipod ha rappresentato il passaggio da una musica da passeggio "pesante" ad una musica da passeggio più "leggera" e per ciò stesso più "moderna" e più trendy.

Così mentre negli USA si iniziano affiliati al culto del mito delduemila della Apple, in Italia proliferano modelli di lettore mp3 più borderline, e più adatti al grande pubblico consumer.

La spirit offre un player che all'occorrenza è anche una penna-minihdda 128 fino a 1 Gb di memoria. L'hardware si collega al computer per il tramite della veloce connessione USB 2.0, che permette di raggiungere ottime velocità per immagazzinare canzoni e perchè no dati.

Veniamo ai pregi ed ai difetti del prodotto, così come al sottoscritto sono apparsi..


Pregi:

-->indubbiamente la velocità del prodotto è notevole, chiunque abbia un PC
dotato di porte USB di seconda generazione sarà certamente soddisfatto.

-->Merita di essere ricordato che la penna non si è detta infastidita perchè
connessa per prova ad un PC più datato e privo di USB 2.0: neanche con
USB 1.1 si sono intravisti problemi di incompatibilità, che spesso
sono segnalati dagli utenti di hardware USB 2.0.

-->la scelta di Hewlett Packard di non ingombrare di spazio la confezione
che contiene la penna: il manuale, completo e ipertestuale è compreso nel cd
incluso nella confezione, e dunque è solo in formato digitale.
Il risparmio di carta è senz'altro plausibile ed anzi il manuale digitale.

-->gli aggiornamenti disponibili sul sito ufficiale, periodici e puntuali,
oltre che forniti di guida completa per l'effettuazione dell'upgrade

-->la qualità del registratore: il microfono integrato consente di registrare
a qualità variabile, un numero cospicuo di ore di audio, funzione adatta per
la registrazione di conferenze e di lezioni universitarie. 


Difetti:

--->le dimensioni della penna USB: troppo ingombranti da rischiare di
occupare non una ma due porte usb, cosa fastidiosa per chi come il sottoscritto
non ha un pc dotato di un numero cospicuo di tali porte.




permalink | inviato da il 27/7/2006 alle 18:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 luglio 2006

Al via l'indulto (leggi insulto)

Mentre il ministro Di Pietro rischia l'insolazione fuori a piazza di Montecitorio, il primo ramo del Parlamento si appresta a votare una legge che condona in tutto o in parte le pene, mentre i reati come le macchie rimangono...

Strano però che nella sinistra i ds in primo luogo, ma poi anche il resto della Unione, si siano affrettati a concludere con la Casa delle Libertà il presunto accordo (qualche malpensante parlerebbe di inciucio...) per raggiungere il quorum richiesto dalla Costituzione per approvare un'amnistia e/o un indulto, i due terzi del Parlamento (più facile modificare la Costituzione che votare un atto di clemenza, bah...). L'accordo come è noto implicava l'inclusione nel pacchetto dei reati toccati dall'indulto anche alcuni reati particolarmente viscidi come la corruzione ed altri...

Una legislatura fa, sempre questi, ci hanno rotto i santissimi con la storia delle leggi vergogna antidemocratiche ad personam, ed oggi invece fra gli atti urgenti ci piazzano una legge che condona in parte le pene per reati come la concussione e la corruzione...

Non conosciamo le carceri come il Ministro Mastella, che le va a visitare quasi quotidianamente insieme con qualche altro alleato di coalizione con spirito caritatevole e cristiano, ma siamo più o meno sicuri che da Rebibbia a San Vittore siano davvero pochi i detenuti per delitti contro la PA come ad esempio la corruzione; ancor meno forse quelli detenuti per falso in bilancio...
Dicono (i beninformati) si tratti di un centinaio di "colletti bianchi".
Eppure si era detto e ridetto che la popolazione carceraria è formata da circa 12000 persone...

Ciò, se la matematica non è un opionione, spinge a fare quattro calcoli, anzi uno e basta: 12000 persone, circa 100 colletti bianchi... legge generale ed astratta: legge che risolve o attenua il sovraffolamento delle carceri? E' bene salvare pure i colletti bianchi, se ciò servirà a far uscire vivi dalle carceri i disgraziati e gli emarginati e i diseredati?

Vuoi vedere che se invertiamo il ragionamento esce fuori che alla fine chi si ritrova nella rete per caso non sono i 100 colletti bianchi ma sono proprio i 12000 ????????

Nel dubbio, ribadiamo che siamo a favore di un atto di clemenza, ma confermiamo per ora, ed in attesa di leggere il testo dell'indulto, che come compromesso è proprio una schifezza, anzi, forse addirittura una porcata, come potrebbe dire in aula del Senato un noto statista padano...

Buona serata a tutti




permalink | inviato da il 25/7/2006 alle 18:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 luglio 2006

I giganti delle multinazionali e l'istant messenging



Apprendo ora dal mitico http://punto-informatico.it (mia impagabile fonte di infoz e lettura quotidiana) che i giganti Yahoo! e Microsoft si sono strette la mano aziendale convergendo su alcuni punti strategici del loro e-business: i software di istant messenging.

Questi sotware sono i notissimi MSN e Yahoo messenger, i messaggeri della rete.
Ebbene la concorrenza fino a pochi giorni fa spietata dei due software (sfociata nell'epica uscita in contemporanea delle due versioni aggiornate dei programmi - lo stesso giorno ! -) sembra approdata ad una svolta: l'integrazione reciproca dei programmi.

La diffusione di questi programmi si può addirittura definire allarmante, in quanto gli uffici amministrativi delle imprese medio e piccole sono ingolfati di utenza msn 24 ore su 24 ore, con i dipendenti che fra una pratica e l'altra si scambiano effusioni virtuali.

Eppure fino a poco tempo fa chi utilizzava MSN non era in grado di chattare con chi utilizzava Yahoo, e viceversa.
Era infatti necessario installare contemporaneamente i due software in modo concorrente.

Yahoo e MSN, forse per consolidare le loro già mostruosamente dominanti posizioni sul mercato della conversazione a suon di faccine e emoticons, hanno infatti concordato che gli utenti dell'un programma potranno dialogare con gli utenti dell'altro programma senza necessità che i software si corrispondano.

Certamente si tratta della constatazione del fatto he gli utenti tendono a conservare e privilegiare un account singolo, piuttosto che installarne di doppi,  ma anche del fatto che scelte comuni possono giovare a tutti e due i giganti.

Il terzo incomodo, skype, che dal canto suo offre servizio integrato di VOIP gratuito (e a pagamento in alcune ipotesi) ma anche servizio di instant messenging, starà a guardare ?

Non credo proprio...




permalink | inviato da il 15/7/2006 alle 12:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


13 luglio 2006

Interrogazione immaginaria dell'onorevole Sticazzi al ministro della solidarietà sociale

Pochi minuti fa mi è capitato che la pesca fresca di stagione che stavo consumando mi sia andata nettamente di traverso: per puro caso ho potuto ascoltare una interrogazione parlamentare in diretta tv all'onorevole Paolo Ferrero, ministro della solidarietà sociale.

Alla interrogazione di un esponente del partito dell'Italia dei valori che grosso modo gli chiedeva
"signor ministro come intende il governo affrontare il problema dell'alto costo delle locazioni e degli affitti, soprattutto per i più giovani", il ministro ha sparato una raffica di proiettili demoagogici che producono un rumore molto forte ma in realtà sono assolutamente spuntati.

Allora gliela faccio io, ho pensato, l'interrogazione.

   ---- Interrogazione immaginaria dell'onorevole Sticazzi al ministro della solidarietà sociale -----

Grazie signor Presidente (mi rivolgo alla Meloni),
signor Ministro,
il sottoscritto onorevole sticazzi le prospetta un problema vecchio come il mondo, e cioè il seguente: è davvero possibile nel 2006, che i giovani, ed in particolare gli studenti universitari,

----> siano costretti a sborsare 450 euro per una cameretta singola in un punto sperduto di Roma, o Milano, o chissà quant'altro, senza uno straccio di contratto valido (si dice in nero, in termini squisitamente signorili), in condizioni tuttaltro che dignitose, e spesso a loschi personaggi che poi ci ritroviamo a San Vittore ?

----> devono pagare, se non residenti nella regione,  una tassa per il "diritto allo studio" nella regione interessata, per poter esercitare un diritto costituzionalmente riconosciuto ?

-----> infine devono pagare circa 1 euro per una fermata di autobus, un km di percorrenza ?

Le pongo questi quesiti, signor Ministro, fiducioso che la istituzione del suo ministero non sia stata solamente uno degli atti del teatrino della politica che tutto vede ma nulla tocca, e fiducioso che questa carta virtuale sarà puntualmente cestinata proprio come fosse in cellulosa.

La ringrazio signor Ministro... grazie signor Presidente




permalink | inviato da il 13/7/2006 alle 16:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 luglio 2006

I treni sono fatti apposta per gli addii.. partono lenti lenti... e arrivano pure lenti :)

La puntualità dei Treni italiani (che di nuovo hanno solo il nome: Ferriove dello Stato -----> Trenitalia) nel tagliare servizi alla gente è incredibile: non contenti di praticare ritardi clamorosi in qualsivoglia percorrenza, ora sembrano anche aver tagliato i servizi online: sembra che negli ultimi giorni sia stato rimosso un servizio accessibile dal sito istituzionale (!) della compagnia di trasporti i cui unici abbonati sono i poveri pendolari che devono andare al lavoro e le cimici...

Il servizio in questione permetteva di conoscere il ritardo o meno dei treni già arrivati, un po' come si vede nelle grandi stazioni italiani nelle schermate che "annunciano" l'arrivo (o meglio, il ritardo nell'arrivo).
In pratica accedendo al sito internet era possibile verificare se il treno interessato fosse arrivato con ritardo o meno: è chiaro che chi va a controllare ciò altro non può essere che un passeggero il quale reclama semplicemente il rimborso promesso nella Carta dei servizi... (rimborso che "scatta" una volta superato un certo ritardo, mi pare 20 minuti) 

Servizio che in effetti permetteva di operare quantomeno in modo trasparente, ma che evidentemente esponeva a critiche l'azienda. Oltre a rendere più semplice verificare il diritto al rimborso delle spese... 

Certo che si parla tanto di alta velocità, ma dimentichiamo troppo facilmente di quanto lo stato dei nostri servizi pubblici sia assolutamente arretrato; perchè non utilizzare le già precarie risorse in servizi al cittadino piuttosto che in improbabili cantieri che prospettano epopee intere di attesa da parte dei cittadini-utenti-contribuenti ???


p.s. la notizia che riporto è ispirata ad una lettera di un utente del servizio pubblicata oggi su un importante quotidiano nazionale.




permalink | inviato da il 13/7/2006 alle 12:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 luglio 2006

Zidane vs Materazzi 1-0 ?



Ieri sera si è presentato versione bravo ragazzo con giacca casual, serenità  tranquillizzante per i bambini a Canal Plus, per spiegare le ragioni della testata più vista della sua carriera.
Ebbene, Zidane ha argomentato sulla fisicità e sull'istintività del proprio gesto da molti considerato eccessivo e antisportivo... ad azione consegue reazione... la necessità di difendere l'onore proprio e della propria famiglia lo ha effettivamente accecato, dice.

Zidane non rivela quello che tutti si aspettavano, e cioè le esatte ingiurie ricevute da Materazzi, ma piuttosto sottolinea la loro gravità, addirittura superiore ad un ipotetica aggressione fisica...

Par di capire che Zidane non solo si sia in qualche modo spiegato (scusandosi con il pubblico in particolare minore, ma non con il diretto interessato azzurro), ma sia addirittura passato in vantaggio nella ideale partita con Materazzi, al quale sembra ora spettare la palla.

E in effetti la circostanza che il calciatore italiano rigetti le accuse, dichiarandole assolutamente non conformi al vero, e d'altra parte non fornisca una propria versione dei fatti, lascia credere che effettivamente non sia convinto neanche lui stesso della propria buona fede, tanto da non impelagarsi in autoapologetiche dichiarazioni...

Zidane - Materazzi 1-0 ???




permalink | inviato da il 13/7/2006 alle 12:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


13 luglio 2006

In attesa della giustizia divina... ci accontentiamo della giustizia sportiva !

Non aggiorno il blog da quasi un mese, e sono successe nel frattempo un sacco di cose... alcune positive altre negative.
L'Italia è campione del mondo almeno per altri 4 anni, e scusate se è poco, Mastella cerca disperatamente di sfruttare questa (diciamocelo) fortunata circostanza per amnistiare l'amnistiabile, salvare il salvabile...
Non si capisce la stretta connessione fra il talento di pochi (i calciatori), e il merito (!) dei soggetti implicati nel "processo" istruito dal Borrelli (che resiste, resiste, resiste...) e spalleggiato dal Rossi, e infine celebrato dal Ruperto.
C'è chi come l'emerito Cossiga ha già insultato il trio qui sopra e invitato, sembra, in una lettera aperta, Carraro e gli altri a mandarli letteralmente a fare in culo.
C'è qualcosa di vero tuttavia in questo psicodramma giudiziario: da una parte la eccessiva speditezza nell'impiantare il sistema accusatorio (che tuttavia si giustifica in qualche modo con la strettezza dei tempi e con la natura ibrida della giustizia sportiva), dall'altra parte l'ineludibile interesse politico alla vicenda giudiziaria.
Esattamente come il ministro dello Sport (senza portafoglio nè borsetta) che si accompagna agli azzurri sul carro dei vincitori (o meglio su un pullman en plein air) per sfilare con coppa in mano come avesse trasformato lei il rigore decisivo di Grosso, la politica cerca di protrarre le sue sporche mani ovunque esse riescano ad arrivare.
Chissà se qualcuno prima o poi in questo sciagurato paese avrà il coraggio di tirare una testata contro il muro  degna del più impagabile Zidane prima di parlare...




permalink | inviato da il 13/7/2006 alle 7:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 giugno 2006

Tabulati e "bei tipi di porcelle"

Non ci ho capito molto dalle cronache pseudogiudiziarie delle ultime settimane, le uniche parole che vengono rievocate ovunque, dal Corriere a Repubblica, dai rotocalchi online a quelli offline, sono "bei tipi di porcelle".

Pare che come al solito siano "misteriosamente" spuntate fuori le solite centocinquantamila pagine di intercettazioni telefoniche (di cui probabilmente si farà pure il solito libraccio scandalo con prefazione di qualche noto censore pubblico), e che nientepopodimeno che il principe (di quale regno ?) di Savoia sia indagato per reati più o meno gravi; da altra parte. 

A margine delle vicende di sangue blu, è spuntata fuori la storia di una bella e brava velina, o qualche professione affine, e di qualche alto dirigente dello Stato.
Cerco allora con google "porcelle" alla sezione news.
mi compare un solo sito, che francamente non conosco granchè, www.alexis.it
si legge che tal Sottile sia il padre dellla ormai celebre frase "è un bel tipo di porcella".

Tirando le somme sembra che vi sarebbe stato un incontro di tipo non eminentemente professionale fra tal dirigente al Ministero degli Esteri, e tal soubrette in cerca (come lo è la grandissima parte della gente che si muove nello stretto e sgomitato mondo dello spettacolo) di successo e di parti più o meno irrilevanti in trasmissioni "cult" che impazzano dalla Tv pubblica a quelle private.

C'è ovviamente chi si scandalizza per le intercettazioni, che sono diventate una vera e propria piaga del duemila, dimenticandosi che proprio questo strumento ha permesso di portare a termine con successo importanti indagini investigative, soprattutto per criminalità organizzate, e dimenticandosi di dire il cittadino comune non ha nulla da temere in merito, non avendo a disposizione 15 o 20 schede SIM come i soliti protagonisti delle vicende intercettate.

C'è ovviamente chi si scandalizza per chi si scandalizza: per la cronaca le intercettazioni arrivano sempre dopo le malelingue delle persone, e come per Calciopoli anche qui nulla si nuovo sul fronte, vecchie storie sapute e risapute; si potrebbe insomma già cambiare la prima pagina dei giornali. Magari si potrebbe proporre una amnistia preventiva se l'Italia vince i mondiali !

Francamente a me non frega nulla se le soubrette sono pronte a tutto per arrivare al top, francamente a me non frega nulla che un dirigente pubblico le invochi quali bei tipi di porcelle.

A me frega che se fosse vero che certe persone in qualche modo intrattengono rapporti più o meno negoziali e pienamente consensuali, queste persone debbano essere pagate dai contribuenti del maledetto canone RAI.




permalink | inviato da il 20/6/2006 alle 10:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     luglio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
news
Informatica
Musica
Cultura
Manga And Anime
Fumetti

VAI A VEDERE

Punto informatico
La Repubblica
Corriere della Sera
Il blog di Pensar bellissimo
Il Blog di SudItalia


Per contattarmi


In primo piano


Recensione del Notebook Cooler
della TITAN !!










Siti amici

















CERCA